La Grande Cena di Boorea

 

Torna la Grande Cena di Boorea che si svolgerà lunedì 1 luglio 2024 nella location cinquecentesca dei Chiostri benedettini di San Pietro a Reggio e potrà accogliere fino a 700 persone.

L’evento di solidarietà, che si tiene ininterrottamente dal 2000, ha permesso di finanziare progetti di cooperazione per oltre 530.000 Euro.

Quest’anno i fondi che si raccoglieranno saranno destinati ai progetti di solidarietà della Ong WeWorld per le scuole di Aleppo, in Siria, devastate dalla guerra civile e dal terribile terremoto del 2023, all’Ospedale FMA di Ampasimanjeva in Madagascar del Centro Missionario Diocesano, alle attività della cooperativa sociale reggiana Rigenera che avvia al lavoro giovani e persone con disabilità e alla Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica.

La Grande Cena è sostenuta dal mondo della cooperazione, delle imprese locali e del volontariato e vedrà lavorare insieme uno straordinario mix di chef stellati, storici ristoratori dei nostri territori ma anche giovani cuochi.

Grazie al lavoro instancabile dei volontari dell’AUSER che allestiranno i tavoli nei chiostri i partecipanti potranno sentirsi accolti e godranno di un servizio impeccabile.

Il Progetto del Centro Missionario, presentato dal Dott. Franco Riboldi ha come obiettivo di dotare l’Ospedale di Ampasimanjeva di una “mensa-cucina” che potrà servire oltre 200 pasti al giorno ai malati e ai loro accompagnatori. Nella maggior parte degli ospedali malgasci i pasti non sono inclusi e i famigliari dei pazienti devono approvvigionarsi autonomamente, ciò induce le famiglie a rivolgersi all’ospedale solo se le condizioni del paziente si aggravano.

Questo intervento fa parte del Progetto “Ero Malato” promosso dalla Diocesi di Reggio Emilia – Guastalla in collaborazione con la sanità reggiana, che si pone l’obiettivo di ammodernare le strutture e le dotazioni sanitarie dell’Ospedale ma anche di potenziare le competenze professionali dei medici, degli infermieri e dei tecnici.

La realizzazione della Grande Cena è possibile grazie al lavoro gratuito dei volontari e di tante aziende che la sostengono, dove tutti sono accomunati dalla volontà di fare solidarietà per il nostro territorio, ma anche per quelle popolazioni in particolari situazioni di precarietà.

Un grazie speciale a Boorea che ha scelto anche quest’anno di coinvolgere il CMD per questa brillante iniziativa benefica.

Per chi fosse interessato a partecipare è possibile acquistare i biglietti chiamando il Centro Missionario Diocesano al numero 0522/436840.